5 motivi per volare a Valencia

Un long week end a Valencia spalanca le porte alla bella stagione. Città di mare dalle spiagge bandiera blu, la capitale della Comunidad è easy e friendly come non mai. Le attrazioni non mancano tutto l’anno, ma tra maggio e giugno l’aria di festa riempie le strade e attira tantissima gente. Soprattutto giovani, da tutta Europa, e anche famiglie con bambini, che rimangono catturati dalle attrazioni che sembrano apparecchiate apposta per loro, come il grandioso acquario, la città della scienza, la pista ciclabile del Turia, il parco Gulliver, il Bioparc. Ecco una piccola selezione di cose da vedere e da fare fra le molteplici offerte dalla città in questo finale di primavera. A voi il facile compito di sgranocchiare tutte le altre.

Partecipare alla festa della patrona di Valencia Virgen de los Desamparados, nel week end del 13 e 14 maggio. Si inizia il sabato sera con il concerto in Plaza de la Virgen, le danze  e i fuochi d’artificio mentre la domenica si assiste a El Traslado, durante il quale la statua della Madonna è trasportata dalla Basilica alla Cattedrale, e nel pomeriggio si prosegue con la processione per le vie del centro storico, dove i fedeli spargono migliaia di petali. E’ una celebrazione molto sentita da vivere per entrare in sintonia con l’anima più verace dei valenciani, gente moderna e proiettata nel futuro ma attaccatissima alle tradizioni. Intanto si possono gustare le ghiottonerie tipiche, come la fresca orchada de chufa accompagnata da un farton, delicatissima brioche a forma di sfilatino .

Dal 14 maggio fino al 18 giugno presso la Plaza de la Reina si può approfittare di uno dei mercati più antichi della città, quello di L’Escuraeta.  Qui sono in vetrina a in vendita le autentiche ceramiche, gli utensili da cucina o i recipienti di terracotta tipici della cucina tradizionale valenciana. Quando tornerete a casa con la vera ricetta della paella, come la servirete? Ecco trovata la soluzione.

Da non perdere le danze regionali, che si tengono tutti i sabati di maggio e giugno nella Plaza del Mercat. Gruppi di ballerini di danze valenciane si esibiscono al suono della dolçaina e tabal (ciaramella e tamburo) gli strumenti più rappresentativi del folclore valenciano, mostrando al contempo l’originalità degli abiti. Si potrà assistere così a delle splendide performance di danza accompagnate dalle musiche tradizionali e entrare nel vivo della cultura locale.

Sfoderare senza ritegno la vostra passione per i fumetti e manga giapponesi, perché sempre  il 13 e 14 maggio l’appuntamento è alla Feria di Valencia con il Salone del Manga. Oltre a visitare la grande mostra sarà possibile incontrare disegnatori del calibro di Yusuke Kozaki, che ha creato tra l’altro  per Awakening, Fates y Heroes e No More Heroes, e famosi esponenti cosplay (l’arte di interpretare un personaggio di fumetti o manga) come Narga & Aoki e Belify Bel.

Aspettare il periodo caldo, a garanzia di piacevoli bagni e dal 1 al 18 giugno fare una full immersion nell’iniziativa gastronomica Ruta del Tardeo, giunta alla terza edizione, che coinvolgerà ristoranti, bar e pub della città promuovendo degustazioni di tapas & copas a prezzi convenienti per tutti gli amanti del buon cibo e del bere giusto. Seguendo la “strada delle tapas” o la “strada delle copas” si potrà assaggiare nel tardo pomeriggio il meglio delle creazioni di tapas e i migliori cocktail della città. La Ruta del Tardeo si snoda fra le zone più centrali: dalla Città delle Arti e delle Scienze, a Ruzafa, passando per il centro storico, fino ad arrivare alla Marina e al lungomare.

Turismo Valencia